Il 4 aprile si è svolta la VI edizione 2015 di “Agordo paese dei graffiti”, in provincia di Belluno. Dunio Piccolin, curatore artistico della rassegna in collaborazione con la Proloco e  l’Ass. le ville mi ha commissionato un graffito di 9,5 mq . Il proprietario della casa situata a Toccol, frazione di Agordo ha proposto il tema della nonna che fila la lana con la “roda” in compagnia di alcuni bambini e un gatto. Ho sviluppato il soggetto rendendo il filo protagonista. Questo nasce dall’arcolaio mosso da una donna accompagnata dallo stupore della piccola nipotina e percorre su e giù intorno alla finestra tra le mani di altri bambini che giocano. Il filo gira l’angolo del camino dove viene fermato dalla zampa di un gatto che, osservando i bambini dal basso, sembra chiedere di partecipare. Questo graffito è stato realizzato con la tecnica in uso nella regione ai piedi delle Dolomiti. Sono stati sovrapposti tre strati di malta colorata e a fresco graffiata con vari strumenti metallici. Per realizzare quest’opera ho dovuto dividere il graffito in 4 “tagliate” (giornate in gergo) in quanto la tecnica prevede tempi  più stretti rispetto alla tradizione toscana.

graffito Agordo

Graffito a Agordo ,veduta d’angolo

graffito

Graffito finito, veduta frontale

malte

stesura di tre malte sovrapposte

graffito

franco pagliarulo esegue un graffito a tre colori

graffito

incisione preliminare su malte fresche

gatto

dettaglio dell’angolo camino con gatto 

articolo su quotidiano

articolo del Corriere delle alpi su graffiti a Agordo 2015